Danzaterapia

Corso di Danzaterapia

La danzaterapia si propone come un approccio olistico, che affronta i “limiti” di origine emotiva, cognitiva, comportamentale e fisica attraverso il linguaggio corporeo.
Per la danzaterapia corpo e psiche rappresentano un’unità inscindibile. Questo approccio attraverso la danza mette in relazione i rapporti esistenti tra mente e corpo, considerando che recuperando il contatto con la propria fisicità, può dare a chiunque il piacere e l’armonia nel movimento. Infatti attraverso il corpo la Danzaterapia riesce ad essere di grande aiuto anche nel trattamento di disabilità di ogni tipo, fisico e mentale.
In questo aspetto si avvicina alla cultura orientale, le cui discipline si propongono di operare contemporaneamente sul corpo e sulla mente, affinché funzionino in armonia e relazione tra loro. Intento primario di questa attività è il recupero dell’Immagine corporea e della stima di sé. Gli incontri di danzaterapia prevedono l’interazione del danzaterapeuta con il gruppo e del singolo, a sua volta, con il gruppo e con il conduttore; tra tutti i membri del gruppo e tra il gruppo e il danzaterapeuta si instaura una comunicazione di tipo circolare. Attraverso questo insieme di relazioni il gruppo, oltre al terapeuta stesso, rimanda un’immagine di sé al singolo. Il compito del terapeuta è quindi quello di creare un ambiente rassicurante, all’interno del quale possano svolgersi quelle reciproche funzioni di “specchio” fra i membri, che sono di grande aiuto per migliorare la stima e l’accettazione di ciascuno.

PER QUALSIASI
INFORMAZIONE
ED ISCRIZIONI
T. 328 6452799
T. 327 8634415

La danzaterapia si propone come un approccio olistico, che affronta
I “limiti” di origine emotiva, cognitiva, comportamentale e fisica attraverso il linguaggio corporeo.
Per la danzaterapia corpo e psiche rappresentano un’unità inscindibile. Questo approccio attraverso la danza mette in relazione i rapporti esistenti tra mente e corpo, considerando che recuperando il contatto con la propria fisicità, può dare a chiunque il piacere e l’armonia nel movimento. Infatti attraverso il corpo la Danzaterapia riesce ad essere di grande aiuto anche nel trattamento di disabilità di ogni tipo, fisico e mentale.
In questo aspetto si avvicina alla cultura orientale, le cui discipline si propongono di operare contemporaneamente sul corpo e sulla mente, affinché funzionino in armonia e relazione tra loro. Intento primario di questa attività è il recupero dell’Immagine corporea e della stima di sé. Gli incontri di danzaterapia prevedono l’interazione del danzaterapeuta con il gruppo e del singolo, a sua volta, con il gruppo e con il conduttore; tra tutti i membri del gruppo e tra il gruppo e il danzaterapeuta si instaura una comunicazione di tipo circolare. Attraverso questo insieme di relazioni il gruppo, oltre al terapeuta stesso, rimanda un’immagine di sé al singolo. Il compito del terapeuta è quindi quello di creare un ambiente rassicurante, all’interno del quale possano svolgersi quelle reciproche funzioni di “specchio” fra i membri, che sono di grande aiuto per migliorare la stima e l’accettazione di ciascuno.

PER QUALSIASI
INFORMAZIONE
ED ISCRIZIONI
T. 328 6452799
T. 327 8634415

INSEGNANTE

Angela Lattanzio

INIZIO CORSO

Venerdì 18 settembre 2020

dalle 18.15 alle 19.30

Incontri con cadenza settimanale

OBIETTIVI DEL CORSO

Potenziare l'esperienza corporea (come supporto alla comunicazione verbale) per far emergere il potenziale creativo e migliorare la capacità di comunicare con gli altri.

Accrescere il benessere psicofisico attraverso tecniche di improvvisazione / danza che utilizzano una modalità graduale e giocosa creando un ambiente stimolante e accogliente. Particolarmente importante è riconoscere e rispettare il “limite”: lavorare su quel confine per andare oltre, partendo da quel punto, e offrire sempre ulteriori stimoli per sviluppare le potenzialità creative .

apprendere tecniche efficaci e collaudate da millenni di armonizzazione dei chakra (centri energetici vitali collegati al corpo e alla sfera psico-emozionale)

Sviluppare la consapevolezza del proprio corpo, del proprio corpo in relazione all'altro e in relazione al gruppo, favorendo la capacità di ascolto, la fiducia, il rispetto, la comunicazione con l'altro.

COME SI SVOLGE

L’accoglienza come momento in cui utilizzando la forma del cerchio, i partecipanti iniziano a conoscersi utilizzando il corpo e la voce.

Il riscaldamento che permette di conoscere il proprio corpo e quello degli altri.

L’esplorazione che attraverso consegne verbali e giochi, educa alla ricerca della creatività e dell’immaginazione.

La conclusione: si torna al cerchio per riassumere in modo ludico il lavoro fatto

Alla base utilizzo sempre la musica e a volte oggetti, testi, o colori per disegnare.
Indossare abbigliamento comodo, calzini antiscivolo e portare una mascherina.